un impegno totale per l'infanzia

Carestia in Sud Sudan

Più della metà delle famiglie sud sudanesi non sa dove procurarsi il prossimo pasto. La guerra civile ha paralizzato la produzione di generi alimentari, mentre la fine dell’emergenza è ancora lungi dal delinearsi all’orizzonte.

suedsudan_un016633_page.jpg

La situazione

La guerra civile scoppiata nel 2013 e che imperversa tutt’ora ha completamente annientato le speranze legate alla dichiarazione di indipendenza del Sud Sudan di due anni prima. Le condizioni della popolazione peggiorano di mese in mese, oltre quattro milioni di persone sono in fuga all’interno dei confini nazionali e nei paesi limitrofi, i campi restano incolti, il bestiame è morto.

Più di sette milioni di persone – quasi il 60 per cento della popolazione – sono esposti all’insicurezza alimentare. Diverse regioni del paese sono a un passo dal dichiarare lo stato di carestia. 300 000 bambini colpiti da denutrizione acuta grave rischiano di morire.

Ma la fame non è l’unica conseguenza del conflitto. Malattie infettive come il colera sono una costante minaccia perché manca acqua potabile, oltre due milioni di bambini non vanno a scuola e, benché dall’inizio dell’anno ottocento minori siano stati liberati dai gruppi armati, sono sempre 19 000 circa quelli reclutati come soldati, cuochi, portatori e messaggeri.

L’operato dell’UNICEF

Dal 2013, in Sud Sudan hanno perso la vita più di cento collaboratori di organizzazioni umanitarie. Nonostante il pericolo, l’UNICEF resta sul posto e nel 2018 mira a

  • curare oltre 200 000 bambini colpiti da denutrizione acuta grave;
  • fornire acqua potabile e impianti sanitari a 800 000 persone;
  • vaccinare tre milioni di bambini contro la poliomielite, curarne 700 000 contro malattie diarroiche e altre affezioni, assistere 20 000 donne incinte con personale sanitario qualificato;
  • agire affinché i gruppi armati liberino oltre mille bambini;
  • garantire l’istruzione scolastica formale o informale a 500 000 allievi, allestire più di quattrocento centri di apprendimento e formare oltre 15 000 insegnanti.
Aiutate anche voi!

L’infanzia del Sud Sudan è allo stremo delle forze dopo anni di violenze e fame, e ha bisogno del nostro aiuto. Grazie di cuore per la donazione.

Aiutate anche voi

Si, voglio aiutare l'UNICEF con una donazione per "Carestia in Sud Sudan "
La ringrazio molto per la vostra decisione di donare al lavoro dell'UNICEF.
CHF

Abbonatevi alla nostra newsletter: