Mozambique 2019

Aiuti d’emergenza nell’Africa meridionale

Aiuti d’emergenza nell’Africa meridionale

Questa primavera, due cicloni hanno devastato il Mozambico, il Malawi e lo Zimbabwe. Oltre a numerose abitazioni e infrastrutture, anche il raccolto è andato in gran parte distrutto. Aleggia la minaccia di una drammatica crisi alimentare.

La situazione

A metà marzo, il ciclone Idai ha devastato il Mozambico, lo Zimbabwe e il Malawi, distruggendo abitazioni, strade e ponti, e sommergendo i campi. Poche settimane dopo, è stato il turno di un secondo ciclone, Kenneth. La catastrofe naturale ha colpito circa tre milioni di persone, oltre la metà bambini.

Nelle regioni inondate, l’acqua si è nel frattempo ritirata e molte famiglie hanno fatto ritorno a casa. Le principali vie di collegamento, le condutture idriche e altre infrastrutture sono state ripristinate alla bell’e meglio, ma per centinaia di migliaia di persone si teme che il peggio debba ancora venire: i cicloni hanno infatti distrutto gran parte del raccolto e, senza ampi aiuti umanitari, rischia di scatenarsi una terribile crisi alimentare, soprattutto in Mozambico.

L’operato dell’UNICEF

Serviranno verosimilmente anni perché le vittime della catastrofe riacquisiscano una certa autonomia. Oltre a distribuire beni di prima necessità, si tratta ora di aiutare le famiglie nella ricostruzione e nella preparazione dei campi per la prossima stagione.

L’UNICEF

  • mette a disposizione acqua potabile e pastiglie per la purificazione dell’acqua, e aiuta a riparare le condutture idriche;
  • distribuisce articoli per l’igiene personale, farmaci, alimenti terapeutici, zanzariere contro la malaria e altri beni di prima necessità;
  • informa la popolazione sui comportamenti da adottare a livello di salute, alimentazione e igiene;
  • vaccina bambini e adulti contro il colera e altre malattie potenzialmente letali;
  • allestisce scuole di fortuna.

Come spesso accade, i due cicloni nell’Africa meridionale hanno colpito duramente i più poveri e deboli. La vostra donazione consente di evitare il peggio. Grazie di cuore per il vostro sostegno.

CHF