Erdbeben Haiti 2021

Grave terremoto ad Haiti

La vostra donazione ha effetti concreti.

  • 24 razioni di cibo d’emergenza per CHF 52.- 
  • Corredo per l’igiene per due famiglie per CHF 106.- 
  • 5 corredi di pronto soccorso per CHF 155.-
     
Importo della donazione:

Grave terremoto ad Haiti

A oltre una settimana dal terremoto di magnitudo 7,2 che il 14 agosto ha devastato le regioni sudoccidentali di Haiti, il numero delle vittime continua a salire. Fino al 21 agosto, il Centro nazionale per gli interventi d’emergenza aveva notificato 2207 morti e 12 268 feriti. Il sisma ha colpito il paese in un momento già reso estremamente delicato dall’assassinio del Presidente Jovenel Moïse, avvenuto il 7 luglio.

La portata della catastrofe che il 14 agosto ha colpito Haiti comincia a delinearsi. Il sisma, con epicentro nel sud del paese, è stato percepito anche nella capitale Port-au-Prince. Trascorsa ormai più di una settimana, il numero delle vittime continua a salire: fino al 21 agosto, il Centro nazionale per gli interventi d’emergenza aveva notificato 2207 morti e 12 268 feriti.
La tempesta tropicale Grace ha raggiunto Haiti lunedì 16 agosto e provocato colate di fango, ostacolato le operazioni di soccorso e minato ulteriormente il già fragile sistema di telecomunicazione.

«Moltissime famiglie haitiane che hanno perso tutto a causa del terremoto sono ora letteralmente con i piedi nell’acqua per via delle inondazioni.»

 Bruno Maes, rappresentante dell’UNICEF ad Haiti

Gravi danni a ospedali, scuole, sistemi di approvvigionamento idrico e strade hanno messo in ginocchio la presa a carico sociale, tanto più che già prima del sisma 4,4 milioni di persone, tra cui 2,2 milioni di bambini, necessitavano di aiuti umanitari.

L’UNICEF Haiti è sul posto sin dal giorno della catastrofe e in 24 ore ha incominciato a distribuire i beni di prima necessità che erano stati stoccati a titolo preventivo.

Le squadre e i partner in loco installano infrastrutture d’emergenza e forniscono acqua, articoli sanitari e per l’igiene, materassi, coperte e teloni per coprire il fabbisogno di 30 000 persone per un periodo di tre mesi.

Il 22 agosto, un primo carico di quaranta tonnellate di ulteriori aiuti e impianti sanitari proveniente dall’estero ha raggiunto Port-au-Prince in vista delle distribuzione nelle regioni colpite al fine di rafforzare i centri sanitari.

© UNICEF/UN0502984/Rouzier
© UNICEF/UN0502829/Louissaint JR/AFP
© UNICEF/UN0502964/Louissaint JR/AFP
© UNICEF/UN0502995/Rouzier
© UNICEF/UN0503597/Rouzier
© UNICEF/UN0503604/Rouzier
© UNICEF/UN0503610/Rouzier
© UNICEF/UN0504678/Rouzier
© UNICEF/UN0504695/Rouzier
© UNICEF/UN0504697/Rouzier
© UNICEF/UN0505793/Rouzier

L’UNICEF è attivo in tutti i settori.

Finora, sono stati distribuiti circa 700 000 litri di acqua pulita a beneficio di pressappoco 38 000 persone.

  • 385 000 bambini minori di cinque anni e donne nelle aree colpite ricevono farmaci e cure mediche di base. L’UNICEF sostiene inoltre il Ministero della sanità haitiano nell’acquisto e nella gestione di cibo per neonati pronto all’uso.
  • L’UNICEF collabora con le autorità competenti in materia di protezione dell’infanzia per individuare i bambini a rischio e determinarne le esigenze, e svolge opera di sensibilizzazione per prevenire la separazione delle famiglie.
  • Secondo le ultime stime, circa duecento scuole sono state danneggiate, ottanta sono andate distrutte. La catastrofe interessa in totale oltre 84 000 allievi. In collaborazione con il Ministero dell’istruzione, occorre procedere quanto prima alla ricostruzione.

Con una donazione, sostenete l’operato salvavita dell’UNICEF.

Grave terremoto ad Haiti

La vostra donazione ha effetti concreti.

  • 24 razioni di cibo d’emergenza per CHF 52.- 
  • Corredo per l’igiene per due famiglie per CHF 106.- 
  • 5 corredi di pronto soccorso per CHF 155.-
Importo della donazione: