Tutela dell’infanzia in Brasile

In Brasile, il diritto all’istruzione non vale per tutti. 2,8 milioni di bambini e adolescenti tra i quattro e i diciassette anni, infatti, non frequentano la scuola perché la loro famiglia è troppo povera e già da piccoli devono contribuire al reddito domestico.

Brazil 2014
Il programma dell’UNICEF «Active Search» è stato avviato con successo. Entro fine 2019, 50000 bimbi beneficeranno di una piattaforma volta a sostenere i Comuni nell’identificazione di chi non va a scuola.

© UNICEF/UNI166629/Fabres

La situazione

In Brasile, 2,8 milioni di ragazzini tra i quattro e i diciassette anni non frequentano le lezioni. Spesso crescono in famiglie dove manca tutto: un alloggio sicuro, cibo a sufficienza, genitori che pongono l’istruzione dei figli al primo posto.

Invece di imparare a leggere, scrivere e far di conto, infatti, il 7 per cento dei bambini è costretto a lavorare nonostante le leggi lo vietino. Un sondaggio condotto nel 2016 nelle economie domestiche ha rivelato che i piccoli lavoratori tra i cinque e i tredici anni sono 412 000, il 56 per cento dei quali è impiegato nel settore dell’agricoltura.

L’operato dell’UNICEF

Da otto anni, rileviamo dati sui bambini brasiliani che non frequentano le lezioni o che interrompono gli studi e analizziamo la situazione. Su questa base, è nato il progetto «Active Search» in collaborazione con il Ministero dell’istruzione e altri partner tecnici. L’obiettivo è aiutare i Comuni a identificare i bimbi che non vanno a scuola, prendere contatto con loro, riscolarizzarli e seguirli affinché non abbandonino di nuovo. A questo scopo, sono stati sviluppati un programma informatico e un’applicazione per smartphone, viene continuamente elaborato nuovo materiale didattico e ampliata l’offerta di corsi online.

In un anno, già oltre 2300 Comuni hanno aderito all’iniziativa. I provvedimenti danno frutti: entro il 2019, si stima che ne beneficeranno 50 000 bambini.

Aiutate anche voi!

Regalate a questa infanzia la prospettiva di una vita lontana dalla strada. Grazie di cuore.