SwissCityMarathon – Lucerna

Il 28 ottobre 2018, si terrà la dodicesima edizione della SwissCityMarathon di Lucerna. L’UNICEF sarà per la prima volta partner della manifestazione: mentre esplorano i loro limiti sportivi, i corridori potranno così al contempo impegnarsi per l’infanzia svantaggiata. Le donazioni saranno impiegate a favore dei bambini in Sud Sudan, paese colpito da una grave carestia.

Correre per una buona causa. Quest’anno, la SwissCityMarathon di Lucerna offre ai corridori e al pubblico varie possibilità per sostenere l’UNICEF.

«10KM for UNICEF»
La dieci chilometri è il fulcro delle varie attività a favore dell’UNICEF. I partecipanti possono annunciarsi a una variante speciale dell’evento: non ci sarà una classifica finale e i tempi verranno indicati in ordine alfabetico. Della tassa di iscrizione, 30 franchi saranno destinati all’UNICEF.
» All’iscrizione

«UNICEF Extra Mile»
Questa competizione, resa possibile dall’azienda lucernese di ricerca biofarmaceutica MSD Merck Sharp & Dohme AG, prevede che al termine della gara i corridori percorrano un miglio simbolico supplementare per raccogliere donazioni per un progetto dell’UNICEF a favore dell’infanzia sudsudanese. Per ogni miglio supplementare, la MSD Svizzera verserà un contributo all’UNICEF.

Posti speciali alla griglia di partenza
In totale, sono previsti cinquanta posti «Charity» alla griglia di partenza della maratona e della mezza maratona. La tassa di iscrizione di 200, rispettivamente 150 franchi, verrà interamente donata all’UNICEF Svizzera.
» Maggiori informazioni e iscrizioni

Altre possibilità di donazione
Al momento dell’iscrizione online alla SwissCityMarathon, è possibile versare insieme alla tassa di iscrizione anche una donazione all’UNICEF. Anche chi non partecipa alle gare può sostenere il programma dell’UNICEF in Sud Sudan con donazioni online, versamenti o in contanti sul posto.
» Maggiori informazioni

Aiuti d’emergenza in Sud Sudan

Più della metà delle famiglie sud sudanesi non sa dove procurarsi il prossimo pasto. La guerra civile ha paralizzato la produzione di generi alimentari, mentre la fine dell’emergenza è ancora lungi dal delinearsi all’orizzonte.

Abbonatevi alla nostra newsletter: