Chad, 2015

Rapporto all’attenzione dell’ONU

La Convenzione dell’ONU sui Diritti dell’Infanzia è stata approvata all’unanimità dalle Nazioni Unite nel 1989. Da allora, è stata firmata da 196 Stati ed è il trattato di diritto internazionale più ratificato al mondo. Il Liechtenstein l’ha ratificata nel 1995, la Svizzera nel 1997.

Rapporto nazionale di fronte al Comitato dell’ONU sui Diritti dell’Infanzia

Ai sensi dell’articolo 44 della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia, ogni cinque anni i paesi aderenti sono tenuti a presentare un rapporto nazionale sullo stato dell’attuazione dei diritti del fanciullo al Comitato dell’ONU sui Diritti dell’Infanzia di Ginevra. Quest’ultimo assicura la confrontabilità dei dati rilevati, elenca progressi e regressi, e con le sue osservazioni conclusive ricorda alle detentrici e ai detentori dei poteri decisionali i loro obblighi nel quadro dell’attuazione della Convenzione.

In tale ambito, le organizzazioni non governative (ONG) hanno la possibilità di presentare in un rapporto alternativo il loro punto di vista sulla situazione dei diritti dell’infanzia nel paese. Prima di formulare le osservazioni conclusive e le raccomandazioni per i cinque anni successivi, il Comitato dell’ONU sui Diritti dell’Infanzia consulta la società civile e il governo dello Stato in questione.

Grafik UN-Berichterstattung

Insieme alla Rete svizzera diritti del bambino, l’UNICEF Svizzera e Liechtenstein ha pubblicato rapporti nel 2002, 2009 e 2014.

Al momento, la Svizzera sta affrontando un nuovo ciclo ed entro fine 2021 riceverà le osservazioni conclusive. Nel quadro della procedura, l’UNICEF ha presentato al Comitato dell’ONU sui Diritti dell’Infanzia un rapporto alternativo con gli argomenti principali e partecipato alla sessione preliminare per ribadire le sfide della Svizzera.

Il rapporto alternativo è consultabile qui:

Il Liechtenstein sta affrontando per la prima volta dal 2004 un nuovo ciclo e riceverà un elenco delle questioni principali da approfondire nel rapporto (List of Issues prior to Report - LoIPR). Dato che anche il Principato ha adottato la procedura semplificata, l’UNICEF ha colto l’occasione, in collaborazione con il servizio di mediazione per bambini e adolescenti del paese, per informare il Comitato dell’ONU sui Diritti dell’Infanzia su diversi temi e formulare domande al governo.

L’elenco LoIPR è consultabile qui (in tedesco).

Al sito www.netzwerk-kinderrechte.ch (in francese e tedesco), trovate rapporti sui singoli Stati e altri ragguagli sull’attuazione dei diritti dell’infanzia in Svizzera.