Chad 2016

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

In settembre 2015, gli attuali Obiettivi di Sviluppo del Millennio venivano sostituiti dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. I nuovi obiettivi hanno lo scopo di rafforzare l’impegno dei governi, dell’economia e della società civile per un mondo socialmente più giusto, l’imposizione dei diritti umani e la promozione della sostenibilità ambientale ed economica. Per la prima volta sono coinvolti anche i paesi industrializzati come la Svizzera.

Successi degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

Nel settembre del 2000, è stata posta una pietra miliare per la cooperazione allo sviluppo: rappresentanti di 189 Stati si sono riuniti per definire otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio (Millennium Development Goals, MDG). Per la prima volta, il miglioramento delle condizioni di vita di tutte le persone è stato posto come condizione sine qua non per la crescita economica e la stabilità politica globali. Indicatori chiaramente definiti rendono verificabili i progressi e i regressi mondiali, regionali o specifici di un paese, in un lasso di tempo dal 1990 al 2015. I successi più importanti concernenti l’infanzia possono essere riassunti come segue.

  • Il tasso di popolazione che vive in condizioni di povertà estrema è diminuito dal 47 al 14 per cento.
  • Il numero di bambini che non vanno a scuola è sceso da 100 a 57 milioni.
  • Molte più bambine hanno accesso all’istruzione. Nell’Asia meridionale, ad esempio, si è passati da 74 a 103 bambine ogni 100 bambini che frequentano la scuola.
  • Il tasso di mortalità infantile è calato da 90 a 43 decessi ogni mille nascite.
  • 1,9 miliardi di persone hanno ottenuto accesso all’acqua potabile.

I successi conseguiti finora indicano la via. I nuovi obiettivi comprendono le sfide non concretizzate da quelli precedenti e si concentrano su uno sviluppo a lungo termine e duraturo.

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile

Venerdì 25 settembre 2015, i capi di Stato e di governo dei paesi membri delle Nazioni Unite hanno decreterato gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs) definitivi che dovranno essere concretizzati entro il 2030. Per la prima volta, oltre ai paesi in sviluppo e ai paesi soglia, essi coinvolgono anche quelli industrializzati.

I diciassette Obiettivi di Sviluppo Sostenibile mirano in alto e si concentrano sui seguenti punti focali.

  • Dignità: eliminare la povertà e realizzare l’uguaglianza di genere
  • Salute e benessere: permettere una vita sana e autodeterminata
  • Istruzione e mondo del lavoro
  • Ambiente: preservare e proteggere gli ecosistemi per le generazioni future
  • Giustizia: rafforzare la sicurezza e la pace, e garantire strutture eque
  • Benessere: promuovere un’economia sostenibile e integrativa

Una descrizione dettagliata dei diciassette Obiettivi di Sviluppo Sostenibile è consultabile qui o nella nota informativa scaricabile qui sotto.

La lezione più frequentata del mondo

Gli obiettivi sono ambiziosi e ampi, ma raggiungibili unendo le forze. Essi devono essere inseriti nelle agende politiche ed essere divulgati al grande pubblico: a tale scopo è stata organizzata la lezione più frequentata del mondo. L’UNICEF e le organizzazioni partner mettono a disposizione di tutti gli insegnanti il materiale didattico.