un impegno totale per l'infanzia

Aiuti d’emergenza in Yemen

Da oltre due anni e mezzo, lo Yemen è devastato dalla guerra civile. Le infrastrutture statali sono collassate, circa due milioni di persone sono in fuga e ogni dieci minuti un bambino muore per una malattia evitabile. Come se non bastasse, nell’aprile 2017 è scoppiata un’epidemia di colera, potenzialmente la più devastante della storia.

170925-nothilfe-jemen-un078077.jpg

La situazione

Da più di due anni e mezzo, in Yemen è in corso un conflitto praticamente ignorato dall’opinione pubblica. Abitazioni o edifici civili come scuole e ospedali vengono bombardati quotidianamente. Migliaia di persone hanno perso la vita, milioni sono in fuga. Le infrastrutture pubbliche e il settore sanitario sono sull’orlo del collasso, l’approvvigionamento è in condizioni catastrofiche.  

Come se non bastasse, nell’aprile 2017 è scoppiata un’epidemia di colera: oltre 900 000 persone sono state contagiate, gli ospedali e i centri sanitari sono irrimediabilmente sovraffollati. Nella capitale Sana’a, la situazione d’emergenza perdura da maggio.

Nel frattempo, sono oltre venti milioni le persone – tre quarti della popolazione – che dipendono dagli aiuti umanitari, tre milioni sono profughi interni. La situazione alimentare peggiora: quasi 400 000 bambini minori di cinque anni soffre di denutrizione acuta e lotta per sopravvivere. Blocchi aerei e navali ostacolano la fornitura di aiuti d’emergenza, le ostilità la loro distribuzione.

Lo Yemen è il paese più povero del Medio Oriente. Già prima dell’escalation del conflitto nel marzo 2015, povertà, insicurezza alimentare e carenza di cure mediche minacciavano gran parte della popolazione. Oggi, ogni dieci minuti un bambino muore per cause evitabili, come denutrizione, diarrea o infezioni alle vie respiratorie.

L’operato dell’UNICEF

Nel quadro della lotta all’epidemia di colera in corso, l'UNICEF ha già inviato nelle regioni colpite dall’epidemia decine di tonnellate di beni di prima necessità, come farmaci e pastiglie per la purificazione dell'acqua. Altri carichi sono in preparazione.

Nonostante le difficoltà di finanziamento e le condizioni estremamente difficili, l’UNICEF riesce a prestare aiuti decisivi a centinaia di migliaia di bambini yemeniti.

  • L’UNICEF mette a disposizione benzina per le pompe idriche pubbliche e fornisce infrastrutture sanitarie.
  • I bambini denutriti ricevono alimenti terapeutici e vitamine.
  • Squadre mobili portano cibo, farmaci e articoli per l’igiene in zone di difficile accesso.
  • L’UNICEF sostiene l’informazione alla popolazione sui proiettili inesplosi. I bambini, in particolare, rischiano di ferirsi mentre giocano.
  • In collaborazione con il Ministero dell’istruzione, l’UNICEF assicura l’accesso alle lezioni a quanti più alunni possibile.
  • Per prevenire malattie ed epidemie, nella capitale Sana’a l’UNICEF sostiene lo smaltimento dei rifiuti.

 

» Rapporto dell’UNICEF: «The children of Yemen – Falling through the Cracks» (2017)

Aiutate anche voi!

Il conflitto in Yemen è poco mediatizzato. Non dimentichiamoci dell’infanzia yemenita. Grazie di cuore per il sostegno.

Aiutate anche voi

Si, voglio aiutare l'UNICEF con una donazione per "Aiuti d’emergenza in Yemen"
La ringrazio molto per la vostra decisione di donare al lavoro dell'UNICEF.
CHF
Aggiungeteci ai nostri contatti:

Abbonatevi alla nostra newsletter: