South Sudan 2019

Inondazioni in Sud Sudan

Inondazioni in Sud Sudan

Quasi mezzo milione di bambini è stato colpito dalle gravi inondazioni che hanno devastato il Sud Sudan. La malaria e le malattie diarroiche si stanno diffondendo, diversi centri sanitari hanno dovuto sospendere l’esercizio.


famiglie

70 000
70 000 famiglie sono state costrette a fuggire.

bambini

90 000
90 000 bambini non possono più andare a scuola.

dei centri sanitari

90%
Il 90 per cento dei centri sanitari nel governatorato di Jonglei è stato chiuso.

La situazione

Precipitazioni straordinariamente intense hanno provocato l’inondazione di vasti territori del Sud Sudan. Oltre 900 000 persone, tra cui circa 490 000 bambini, sono colpite. Il governo ha decretato lo stato d’emergenza per quasi tutte le regioni del paese.

«Il nostro intervento è determinante per ridurre la sofferenza dei bambini una volta che le acque saranno defluite.»

Mohamed Ag Ayoya, rappresentante dell’UNICEF in Sud Sudan

L’acqua ha inondato interi villaggi, spazzato via abitazioni e devastato infrastrutture. Gran parte delle sorgenti è stata contaminata, causando la diffusione di malattie diarroiche che mettono a repentaglio soprattutto la vita dei bambini più piccoli. Anche i casi di malaria continuano ad aumentare in quanto l’acqua stagnante favorisce la proliferazione delle zanzare. Come se non bastasse, numerosi centri sanitari hanno dovuto sospendere l’esercizio o non sono raggiungibili. Molti genitori non ricevono quindi gli aiuti necessari per i loro figli malati.

Le inondazioni non fanno che peggiorare ulteriormente la già drammatica situazione umanitaria in cui versa il Sud Sudan. Negli ultimi anni, la guerra civile ha costretto alla fuga oltre quattro milioni di persone e la metà della popolazione è colpita dall’insicurezza alimentare.

L’operato dell’UNICEF

L’UNICEF, che era già presente in Sud Sudan e ha così potuto intensificare subito il suo operato, lancia un appello per la raccolta di dieci milioni di dollari con i quali finanziare gli aiuti d’emergenza:

  • accesso all’acqua potabile, distribuzione di articoli per l’igiene personale e installazione di impianti sanitari;
  • trattamento dei bambini colpiti da denutrizione acuta grave e distribuzione di pastiglie per la sverminazione;
  • trattamento della malaria e delle malattie diarroiche, e adozione di misure in caso di epidemia di colera;
  • allestimento di aule temporanee, messa a disposizione di materiale scolastico e sostegno alla ricostruzione delle scuole;
  • ricongiungimento familiare e creazione di zone a misura di bambino.

La vostra donazione aiuta i bambini sudsudanesi che hanno perso tutto a causa delle inondazioni. Grazie di cuore.

CHF