Guerra in Ucraina, la drammatica conta dei morti: ad oggi almeno 262 bambini uccisi

Secondo l'UNICEF, quasi 100 giorni di guerra in Ucraina hanno avuto conseguenze devastanti per i bambini, di una portata e a una velocità mai viste dalla Seconda Guerra Mondiale: 3 milioni di bambini all'interno dell'Ucraina e oltre 2,2 milioni di bambini nei paesi che ospitano rifugiati hanno adesso bisogno di assistenza umanitaria. Circa 2 bambini su 3 sono stati sfollati a causa dei combattimenti.

Krieg Ukraine
Una bambina piange mentre saluta il padre prima di fuggire da Charkiv con un treno speciale.
Krieg Ukraine
Ganna (65 anni) abbraccia suo nipote Mikhailo (9 anni, a destra) e la migliore amica Karolina (9 anni) tra le rovine della casa del ragazzino a Novoselivka, nei pressi di Chernihiv. Non si vedevano da più di un mese.
Krieg Ukraine
Yaroslava (22 anni, a sinistra) e suo fratello Taras (8 anni) esaminano i danni alla scuola numero 18, dove lei insegnava e lui andava a lezione. Nel bombardamento aereo che il 3 marzo ha colpito l’edificio, convertito all’inizio della guerra in rifugio per i civili e magazzino logistico, sono morte almeno tredici persone.
Krieg Ukraine
In un parcheggio sotterraneo nella zona nord-orientale di Charkiv, rifugio di numerose famiglie, alcuni bambini hanno costruito una capanna.
Krieg Ukraine
Viktoriia (9 anni) dorme con la madre e la nonna circondata dai suoi gatti in una stazione della metropolitana a Charkiv, 19 aprile 2022.
Krieg Ukraine
Un uomo saluta la famiglia che viene evacuata in treno da Charkiv, 20 aprile 2022.
Krieg Ukraine
Un orsacchiotto è posato sui sacchi di sabbia impilati per creare un muro di protezione a Novoselivka. Questo villaggio nei pressi di Chernihiv è stato per oltre un mese al centro di violenti combattimenti che l’hanno praticamente raso al suolo.

Secondo le notizie verificate dall'OHCHR, ogni giorno in Ucraina in media più di 2 bambini vengono uccisi e oltre 4 feriti - la maggior parte nel corso di attacchi che utilizzano armi esplosive in aree popolate. Le infrastrutture civili da cui dipendono i bambini continuano ad essere danneggiate o distrutte. Sono comprese finora almeno 256 strutture sanitarie e 1 su 6 fra le "Scuole Sicure" supportate dall'UNICEF nella parte orientale del paese. Centinaia di altre scuole nel paese sono state danneggiate. Le condizioni per i bambini dell'Ucraina orientale e meridionale, dove i combattimenti si sono intensificati, sono sempre più disperate.

"Il 1° giugno in Ucraina e nella regione ricorre la Giornata Internazionale per la Protezione dell'Infanzia," ha dichiarato Catherine Russell, Direttore generale dell'UNICEF. "Invece di celebrare questa occasione, ci stiamo avvicinando solennemente al 3 giugno - cento giorni di guerra che hanno sconvolto le vite di milioni di bambini. Senza un cessate il fuoco e negoziati di pace immediati, i bambini continueranno a soffrire - e le ricadute della guerra avranno un impatto sui bambini vulnerabili di tutto il mondo."

L'UNICEF ricorda anche che la guerra ha causato una crisi acuta per la protezione dei bambini. I bambini che scappano da violenze sono esposti a significativi rischi di separazione dalla famiglia, di violenza, abusi, sfruttamento sessuale e tratta. La maggior parte sono stati esposti a eventi profondamente traumatici. Questi bambini hanno urgente bisogno di sicurezza, stabilità, servizi di protezione dell'infanzia e supporto psicosociale - soprattutto coloro che sono non accompagnati o sono stati separati dalle famiglie. Ma, più di ogni altra cosa, hanno bisogno di pace.

Allo stesso tempo, la guerra e gli sfollamenti di massa stanno devastando i mezzi di sussistenza e le opportunità economiche, lasciando molte famiglie senza un reddito sufficiente a soddisfare le esigenze di base e incapaci di fornire un sostegno adeguato ai propri figli.

L'UNICEF continua a chiedere un immediato cessate il fuoco in Ucraina e di proteggere tutti i bambini dai pericoli. Questo include porre fine all'uso di armi esplosive in aree popolate e agli attacchi sulle infrastrutture civili. L'UNICEF chiede un pieno accesso umanitario per raggiungere rapidamente e in sicurezza i bambini che hanno bisogno di aiuto ovunque essi siano.